10.6 C
Trapani
mercoledì, Aprile 24, 2024
HomeAttualitàPartanna, l'Oipa denuncia la gestione critica del canile

Partanna, l’Oipa denuncia la gestione critica del canile

di Valeria Marrone

L’Organizzazione Internazionale Protezione Animali (Oipa) ha lanciato un allarme riguardante la gestione del randagismo e degli animali ospiti nel canile del Comune di Partanna. La denuncia è diretta al sindaco, all’Asp e al Garante per i diritti degli animali della Regione Siciliana affinché si convochi un tavolo di concertazione per affrontare le criticità e garantire il benessere animale.
Diversi i problemi persistenti da mesi e messi alla luce dall’Oipa, tra cui la carenza di vaccini non somministrati da circa un anno, la mancanza di sterilizzazioni, gli ostacoli burocratici alle adozioni e scarsa collaborazione tra l’Asp veterinaria e il Comune. Una situazione, dunque, che rende difficile e onerosa la gestione del randagismo. Gli interventi dei rifugi sanitari comunali di Partanna e Castelvetrano sono stati interdetti dai dirigenti veterinari il 6 febbraio 2023 per motivi sanitari e gestionali.
«Vi sono molti problemi che non trovano soluzione da diversi mesi», dichiara il delegato dell’Oipa di Partanna, Andrea La Commare. « Occorre un intervento atto al miglioramento dell’attività dell’Asp veterinaria del distretto di Alcamo – Castelvetrano e del Comune. Vi è una mancanza di collaborazione, tra Asp veterinaria e Comune di Partanna che rende vano l’impegno e i sacrifici di cittadini e volontari che tanto si adoperano per cercare di tutelare i diritti degli animali e la loro salute. La situazione attuale rende difficile e onerosa la nostra attività nella gestione del randagismo».

Di fronte a questa criticità, l’Oipa ha richiesto la convocazione di un tavolo tecnico per individuare soluzioni condivise volte al miglioramento del benessere degli animali.

- Advertisment -

Altre notizie