Il valore della libertà

114

Erice ha celebrato il 25 aprile con una cerimonia tenuta nella strada intitolata a Pietro Ermelindo Lungaro.

Anche ad Erice, festeggiata la festa della liberazione. La cerimonia si è svolta in via Pietro Ermelindo Lungaro, martire delle fosse Ardeatine. “Voi non potete capire cosa vuol dire la parola Libertà”, una frase che Pietro Ermelindo Lungaro ripeteva spesso ai suoi familiari, prima di essere trucidato dai tedeschi il 24 marzo del 1944. Cittadini e rappresentanti dell’Amministrazione comunale ericina si sono ritrovati, ieri, nella strada a lui intitolata, in occasione delle celebrazioni del 25 aprile. Sotto la targa apposta dall’Anpi, una corona d’alloro e la bandiera italiana. Ad aprire la cerimonia, il segretario provinciale dell’Anpi Trapani Aldo Virzì che ha ricordato la figura di Lungaro, poliziotto e partigiano. Poi, l’intervento del sindaco Daniela Toscano. Presente anche il figlio Pietro, che nel suo breve intervento a voluto lanciare un messaggio ai giovani, esortandoli a ritrovare i valori della Restistenza.

GUARDA IL SERVIZIO