giovedì, Giugno 20, 2024
31.1 C
Trapani
HomeAttualitàGrande partecipazione di pubblico a Calatafimi-Segesta per il workshop sul turismo lento

Grande partecipazione di pubblico a Calatafimi-Segesta per il workshop sul turismo lento

Un workshop sul turismo lento «Turismo slow – Natura e benessere – La nuova dimensione del VR» si è tenuto oggi pomeriggio nella biblioteca comunale di Calatafimi Segesta. L’incontro è stato finanziato dal Gal «Elimos» e organizzato dall’Associazione temporanea di scopo «Network turistico per Segesta», la nuova rete di servizi legati al turismo termale, sanitario e del benessere. Ad aprire i lavori è stato il sindaco di Calatafimi-Segesta, Francesco Gruppuso. A seguire sono intervenuti Maria Daniela Ragona, rappresentante legale della «Peonia srls», soggetto capofila dell’Ats, e Nuccia Placenza, presidente della Pro loco di Calatafimi. I relatori sono stati Christian Facchetti, presidente della Federazione italiana Amici della natura (che promuove un turismo dal sapore antico in cui la natura è al primo posto), Marina Schettini, rappresentante della dirigenza cittaslow international, la Rete internazionale delle città del buon vivere, e Alfonso Consalvo, direttore generale di «Vr Tourism», ideatore di un brand che si chiama «Museum in box» che supporto musei, enti pubblici e associazioni nel promuovere con efficacia e semplicità il loro tesoro culturale attraverso l’uso di tecnologie immersive e visori, anticipando così l’arrivo del metaverso. Tra gli interventi anche quello del presidente del Gal «Elimos», Liborio Furco, e del suo vice presidente, Giuseppe Riserbato.  Si è trattato di un appuntamento importante e di alto profilo che ha coniugato gli aspetti legati al turismo enogastronomico, alla sostenibilità ambientale, ai percorsi naturalistici, alla digitalizzazione dell’offerta culturale. Certamente utile per chi vuole cogliere spunti e approfondire tematiche validei per la valorizzazione di un territorio ricco di risorse che possono essere un’opportunità di crescita economica e sociale per tutta l’area dei comuni elimi. Ha moderato i lavori il giornalista Vincenzo Di Stefano.

Altre notizie