Il giorno del ricordo

353

Diverse le iniziative tenute oggi in memoria di Mauro Rostagno, il giornalista e sociologo ucciso a Lenzi il 26 settembre del 1988.

di Pamela Giacomarro

La carezza di Gaia, la baby bersagliera, sulla corona di fiori posta ai piedi della targa che ricorda Mauro Rostagno, l’abbraccio di una città che non ha dimenticato il volto di Rtc. Trapani, Valderice, Erice, unite nel ricordo di quella maledetta sera del 26 settembre del 1988. Trentuno anni dopo, il sindaco Giacomo Tranchida torna chiedere che venga fatta piena luce sul delitto. Le note di “Bella Ciao”, interpretata dagli alunni dell’istituto comprensivo Dante Alighieri di Valderice, hanno aperto la manifestazione che si è tenuta in contrada Lenzi, nel luogo dove Rostagno venne assassinato. Presenti tutte le autorità civili, religiose e militari. Subito dopo la deposizione della corona di fiori ai piedi della Stele, un ricordo del sindaco Francesco Stabile e degli alunni dell’istituto Bufalino. La mattinata è proseguita presso il cimitero di Ragosia dove si è tenuta una cerimonia laica. Breve cerimonia anche ad Erice, promossa dal comitato Raganzilli, che si è svolta nella ex Piazza Lucca di fronte al murales dedicato a Mauro.

GUARDA IL SERVIZIO