Erice, ancora un tentativo di avvelenamento

1265

Si tratta del terzo caso avvenuto nello stesso luogo

L’ennesimo tentativo di uccidere degli animali indifesi. Per la terza volta, nell’arco di 10 giorni, nell’atrio esterno, che dà accesso ai garage situati nel sotterraneo, di un plesso condominiale della via IV novembre è stato rinvenuto del topicida mescolato a bocconcini per gatti. Un residente lo ha individuato oggi pomeriggio ed ha chiesto immediatamente l’intervento del volontario della Lega del Cane di Trapani, Balduccio Ferlito, e della polizia municipale di Erice.  Il piatto contente il cibo ed il topicida è stato rimosso ma per una bonifica della zona bisognerà attendere almeno fino a domani. Trattandosi, infatti, di un’area privata spetterà all’amministratore condominiale effettuare un’apposita richiesta. L’area nel frattempo è stata delimitata con del filo bianco e rosso. Fortunatamente nessuno dei gatti randagi, che solitamente girano da quelle parti perché trovano persone amanti degli animali che li accudiscono e li sfamano quotidianamente, ha ingerito la pietanza avvelenata.

Nei giorni scorsi alcune immagini delle telecamere presenti all’interno dell’atrio condominiale sono state acquisite dalle forze dell’ordine per cercare di risalire a colui, o a colei, che ha effettuato questo terribile gesto. Un tentativo di avvelenamento, oltretutto, reiterato nel tempo,  che rappresenta a tutti gli effetti un reato penale. Altro topicida, inoltre, è stato rinvenuto venerdì pomeriggio nei pressi della Cittadella della Salute, sempre nel territorio ericino.