12.1 C
Trapani
lunedì, Febbraio 26, 2024
HomeAttualitàFdI/Forza Italia Isole Egadi contrari all’istituzione del Parco Nazionale Isole Egadi e...

FdI/Forza Italia Isole Egadi contrari all’istituzione del Parco Nazionale Isole Egadi e litorale trapanese

“Una migliore gestione dell’area marina protetta, ponendo maggiore attenzione al rispetto delle norme vigenti a tutela dell’ambiente e della comunità Egadina, sono condizioni sufficienti per un percorso virtuoso di crescita del nostro arcipelago, che non necessita di ulteriori fenomeni di eterogestione politico-amministrativa”.
Fratelli d’Italia e Forza Italia esprimono una posizione di netta contrarietà verso la realizzazione del Parco Nazionale Isole Egadi e litorale delle coste trapanesi.
Nelle Egadi insiste la riserva marina più grande d’Europa, che fino all’arrivo della fallimentare attuale amministrazione a guida Forgione/Galuppo, aveva egregiamente con la precedente gestione prodotto risultanti ragguardevoli in termini sociali, economici e di protezione ambientale.
Oggi alla luce di questo grande passo indietro riteniamo, come forze politiche che sia fondamentale rilanciare l’area marina protetta attraverso una gestione più attenta e garantista del necessario equilibrio tra uomo e natura, e in un’ottica che valorizzi in termini di professionalità i tanti giovani egadini che in questa “risorsa” vedono ampi sbocchi
occupazionali, ma soprattutto che l’attuale gestore si confronti con maggiore trasparenza e tempestività con cittadini ed operatori economici sulle strategie future di crescita e sviluppo e sulle ricadute più o meno positive che queste strategie possano avere sulla comunità.
Per FdI e FI valutate le attuali condizioni ed opportunità vale la posizione di ferma contrarietà all’istituzione del parco, che già espressa più volte dal Consiglio Comunale di Favignana non ha ricevuto alcuna considerazione.
l’iniziativa dell’istituzione del Parco, perorata oggi da ambigui personaggi politici, persegue la duplice finalità di introdurre ulteriori difficoltà all’accesso imprenditoriale dei giovani egadini, di fatto mettendone a rischio la tenuta occupazionale generando possibili condizioni che portino all’abbandono dei luoghi, contribuendo così pesantemente al
fenomeno dello spopolamento delle isole. La perdita del centro decisionale dell’Area Marina Protetta all’esterno della comunità, porterebbe con se pesanti ricadute in termini di non adeguata gestione ambientale e delle risorse economiche ad essa indirizzata, poca trasparenza/efficacia in materia di tutela dei territori e della comunità isolana.
Riteniamo che gli stessi soggetti che oggi si fanno promotori del Parco siano consci responsabili del recente decadimento del PRG, strumento che in breve tempo avrebbe potuto essere volano di sviluppo del territorio e decisiva scelta strategica di indirizzo, invece a causa dell’incapacità dell’Amministrazione Forgione è definitivamente andato
perso, cancellando così di fatto anni di concertazione e condivisione di intenti comuni.
La verità è che l’Amministrazione egadina perde pezzi dell’apparato politico-amministrativo ogni giorno che passa (si ricorda che ancora non ha sostituito l’Assessore Ortisi e che da pochi giorni si è dimesso il Responsabile dell’ufficio personale) e tutto ciò rende impossibile un efficace e attento governo del territorio, come hanno dimostrato i recenti
fatti di cronaca. Fratelli d’Italia e Forza Italia Isole Egadi concludono ribadendo che la soluzione è semplice e sotto gli occhi di tutti: realizzate il parco nazionale del litorale trapanese, stralciando le isole Egadi e l’area marina protetta, che niente hanno
a che fare in termini di caratteristiche geografiche, ambientali e paesaggistiche con quelli del litorale trapanese.
Firmato congiuntamente i coordinamenti Isole Egadi
Fratelli d’Italia – Forza Italia

- Advertisment -

Altre notizie