Torna in carcere l’ex pentito Vincenzo Calcara

625

Ha filmato un topo che entrava nel dehor di un ristorante ed ha poi utilizzato le immagini per ricattare il proprietario. Nuovi guai per l’ex pentito di Cosa Nostra, originario di Castelvetrano, Vincenzo Calcara, arrestato a Genova assieme ad un giovane di 24 anni, con l’accusa di estorsione. Calcara nei primi anni novanta era balzato agli onori delle cronache per aver raccontato di essere stato incaricato di uccidere il giudice Paolo Borsellino. Il 63enne assieme al suo complice avrebbe chiesto al titolare del ristorante il pranzo gratis in cambio della distruzione del filmato. Il gestore dell’attività li ha invitati a presentarsi l’indomani. I due, dopo aver pranzato però hanno chiesto anche una mazzetta. Il titolare gli ha dunque consegnato una busta contenente 150 euro che non sono però bastati. A quel punto è intervenuto l’altro socio dell’attività commerciale che ha chiamato la Polizia. Gli agenti hanno sorpreso Calcara ed il suo complice con la busta contenente i soldi ancora in mano. Per loro sono dunque scattate le manette.