martedì, Giugno 18, 2024
29.1 C
Trapani
HomeCulturaIl libro della domenica

Il libro della domenica

di Serena Giacalone

Lucia, una giovane “Picciridda” di undici anni, rappresenta il cuore pulsante del romanzo di Catena Fiorello.

Il racconto, narrato dalla prospettiva di questa bambina siciliana, si svolge a Leto (Letojanni), un piccolo villaggio di pescatori sulle pittoresche coste ioniche tra Messina e Catania.

L’autrice trasporta il lettore indietro nel tempo fino agli anni Sessanta, un’epoca di fervente boom economico a livello nazionale, ma di poche fortune in Sicilia.

La storia di Lucia prende avvio con la sua convivenza forzata con la nonna paterna, mentre i genitori cercano fortuna in Germania. Nel corso della narrazione, la solitudine di Lucia si amplifica con la perdita della compagna di banco a causa di una malattia e con il suicidio della sua migliore amica afflitta da una depressione insuperabile.

Il nucleo del romanzo, però, ruota attorno alla relazione tra nonna e nipote, con particolare attenzione agli alterchi quotidiani e ripetuti all’interno delle mura domestiche.

In un epilogo commovente, Catena Fiorello presenta una Lucia adulta e realizzata, capace di trasformare le tragedie in opportunità di crescita: un segno di rivalsa simboleggiato dall’atto di immergere i piedi nella sabbia.

Attraverso la voce autentica di una picciridda, Catena Fiorello ci regala un romanzo coinvolgente e profondo, un tributo alla Sicilia e al suo popolo raccontato con intelligenza e passione, in sintesi, un racconto che offre uno sguardo toccante sulla vita vissuta con dignità nonostante le avversità.

Altre notizie