In auto contro la processione, preso il colpevole

1152

Si tratta di un giovane di 18 anni con alle spalle alcuni precedenti penali

E’ stato rintracciato dopo 24 ore di ricerche il giovane che venerdì scorso, a bordo di una Nissan Micra, poi risultata rubata, si era fiondato a velocità sostenuta contro il corteo della processione di Maria Ausiliatrice, ferendo due persone. I carabinieri, grazie alle testimonianze dei tanti presenti e le immagini delle telecamere di videosorveglianza, lo hanno rintracciato ed arrestato nella sua abitazione nell’ex villaggio regionale di Alcamo. Il giovane, 18 anni compiuti da poco e con alcuni precedenti penali alle spalle, fino alla scorsa settimana era ospite all’interno di una comunità di Palermo dove stava scontando gli arresti domiciliari a seguito di un arresto per rapina. Il 18enne è stato denunciato a piede libero per ricettazione aggravata, transito in zona vietata, guida pericolosa, fuga a seguito di incidente e guida senza patente. Secondo la ricostruzione fatta dagli investigatori, il giovane dopo aver rubato l’auto è andato in giro alla ricerca di un luogo sicuro dove nasconderla. Per caso sarebbe capitato in via dei Mille dove era in corso la Processione. Temendo di essere bloccato e scoperto, non si sarebbe fermato all’alt di un vigile, proseguendo la sua corsa contro il corteo religioso, investendo e ferendo due persone che per fortuna se la sono cavata con alcune ferite lievi.