San Vito Lo Capo, contrasto all’abusivismo commerciale

1940

Operazione congiunta, ieri mattina, tra il comando della polizia municipale del Comune di San Vito Lo Capo,  la locale stazione dei carabinieri e la Capitaneria di porto-delegazione di spiaggia contro l’abusivismo commerciale ambulante. Uomini e mezzi hanno presidiato la spiaggia ed il lungomare del borgo marinaro fermando 15 venditori ambulanti.

Nello specifico sono stati impiegati 5 vigili urbani, coordinati dal comandante Giuseppe D’Alessandro, 4 carabinieri, guidati dal comandante Diego Vezzoli, ed una unità della Capitaneria di porto, sotto la guida del comandante Salvatore Morello.

Identificate complessivamente 15 persone, 5 delle quali trasportate nella caserma dei carabinieri, poiché prive di documenti di riconoscimento/ permesso di soggiorno.

Elevati 10 verbali per violazione del Legge regionale 18/95 (attività commerciale abusiva) per un totale di 3.098,08 euro;1 verbale per violazione dell’articolo 7 del Codice della Strada per un totale di 83,00 euro;  3 verbali per violazione della delibera di giunta comunale 47/2019, per un totale di 750,00, che vieta la vendita ambulante all’interno della ZTL – Zona Rossa.

Effettuati 5 sequestri per attività effettuata senza licenza commerciale.

“Il rispetto delle regole da parte di chiunque  è il punto cardine della nostra attività amministrativa- sottolinea il sindaco Giuseppe Peraino-. L’operazione eseguita ieri, la prima di una serie che riguarderà tutte le attività commerciali, è un segnale preciso che abbiamo voluto dare:  coloro che scelgono il nostro territorio per lavorare, lo devono fare nella legalità e nelle modalità consentite dal nostro regolamento, sia  perché ci sono tanti esercenti che subiscono la concorrenza sleale, sia perché coloro che sono in vacanza cercano, in spiaggia, relax e pace”.

Il sindaco Peraino ringrazia tutto il personale impiegato ieri e coloro che hanno coordinato l’attività, il comandante D’Alessandro, il comandante Morello, ed il comandante Vezzoli. Quest’ultimo, in particolare, per aver mostrato sempre grande vicinanza alla vita della comunità, per essere sempre pronto ad ascoltare e a risolvere le problematiche nell’ottica della massima collaborazione tra Istituzioni e  cittadini.