Nelle frazioni balneari di Tre Fontane e Torretta Granitola è in arrivo la rete a banda ultra larga

37

«Nelle frazioni balneari di Tre Fontane e Torretta Granitola è in arrivo la rete a banda ultra larga, che darà a villeggianti, aziende ed esercizi commerciali la possibilità di navigare nel web in modo più rapido ed efficiente, riducendo il divario digitale e aprendo nuove opportunità di sviluppo per il territorio».

Lo rende noto il sindaco Giuseppe Castiglione a seguito dell’inizio, la settimana scorsa, dei lavori di scavo per la messa in posa degli impianti in fibra ottica che raggiungeranno le utenze delle due frazioni balneari.

L’iniziativa è stata promossa grazie a una convenzione stipulata, con deliberazione della Giunta comunale (n.168 del 17 giugno 2022), tra il Comune, la Regione e la società Infratel, che collabora con il Ministero dello Sviluppo Economico per la realizzazione delle attività inerenti il potenziamento della rete infrastrutturale pubblica per la banda larga ed ultra larga in tutte le zone “bianche” della Sicilia, cioè quelle zone nelle quali non è previsto l’investimento da parte degli operatori privati.

Gli interventi saranno eseguiti senza alcun costo per le casse comunali, nel rispetto dello sviluppo ecosostenibile del territorio e interesseranno anche la strada provinciale SS 115 e le vie di collegamento tra Campobello e le frazioni balneari.

«Abbiamo stipulato la convenzione per la realizzazione degli impianti Open Fiber – afferma il sindaco Castiglione – con l’obiettivo di avere internet ad alta velocità anche nella nostra zona costiera, dove sino a oggi i collegamenti sono stati spesso deboli. Questo sarà possibile grazie proprio alla realizzazione di una adeguata infrastrutturazione digitale con banda ultra-larga, che potrà migliorare e semplificare la vita quotidiana di cittadini e villeggianti, rendendoli sempre più connessi e proiettati al futuro. Ci dispiace per i disagi temporanei che potrebbero subire i villeggianti per via degli scavi, ma la tempistica dei lavori, che comunque dovrebbero essere completati nell’arco di circa 15 giorni, è dipesa dal rilascio delle diverse autorizzazioni necessarie da parte della Sovrintendenza e dagli altri enti competenti».