Sanificazione nelle scuole trapanesi

5029
In arrivo 580 milioni per le scuole siciliane

Una misura in linea con le indicazioni della presidenza della Regione per prevenire la eventuale diffusione del coronavirus

Il commissario straordinario del Libero Consorzio dei comuni, Raimndo Cerami, ha disposto un finanziamento aggiuntivo di centomila euro per gli istituti superiori della provincia di Trapani. Somme che saranno destinate, proporzionalmente suddivise per numero di classi e popolazione scolastica, alla sanificazione degli ambienti. Un provvedimento in linea con le ordinanze contingibili e urgenti del Presidente della Regione Musumeci, emesso per prevenire la diffusione in Sicilia del Coronavirus. Provvedimenti simili sono stati adottati nei comuni che hanno compentenza sugli istituti della scuola primaria e secondaria. La Giunta di Erice, nella seduta di ieri, ha approvato la delibera di assegnazione delle risorse finanziarie straordinarie alle scuole statali presenti nel territorio comunale per gli interventi straordinari di pulizia, disinfezione e sanificazione degli ambienti. Le scuole indicate in delibera sono il I° Circolo Didattico Giovanni Pascoli, Istituto Comprensivo Giuseppe Pagoto, Istituto Comprensivo Giuseppe Mazzini e Scuola Media Secondaria di primo grado Antonino De Stefano. Le risorse assegnate, che ammontano complessivamente a circa 8.000 euro, sono state determinate sulla base del numero di classi di ciascuna scuola che provvederà autonomamente ad eseguire gli interventi, attraverso operatori specializzati, in modo da non pregiudicare il regolare svolgimento delle lezioni, nelle ore pomeridiane o nelle giornate di chiusura previste nel calendario scolastico. «Abbiamo ritenuto di procedere in questa direzione – ha commentato la Sindaca Daniela Toscano – confidando che tali interventi possano rassicurare ulteriormente le famiglie che in questi giorni hanno manifestato qualche perplessità nel mandare regolarmente i loro figli a scuola. Analoghe misure sono state previste per le sezioni comunali di scuola dell’infanzia e per gli Scuolabus ma si tratta solamente di misure precauzionali coerenti con le indicazioni fornite dalla Prefettura di Trapani e dal Governo Regionale nei giorni scorsi». Intanto a Trapani il sindaco Giacomo Tranchida, registrando l’acuirsi delle preoccupazioni per la situazione socio-economica correlata all’effetto negativo sulla immagine di destinazione turistica del capoluogo ha convocato, per mercoledì prossimo 4 marzo, alle ore 10:30 presso la Sala Sodano, un tavolo Tecnico di confronto tra gli operatori, per discutere le possibili azioni da intraprendere. Sono stati invitati a partecipare il Presidente del Consiglio Comunale, i Capigruppo Consiliari, i Referenti dei Partiti e Movimenti Politici nonché i Referenti delle Parti Sociali e imprenditoriali. Una riunione analoga si è tenuta a Paceco dove il sindaco Giuseppe Scarcella si è impegnato a tenere informata la comunità sull’evolversi della situazione.