martedì, Giugno 18, 2024
29.1 C
Trapani
HomeAttualitàL'Almanacco del giorno

L’Almanacco del giorno

Oggi è Lunedì 29 Aprile 2024. Siamo nel 120º giorno dell’anno e mancano 246 giorni alla fine del 2024.

A Trapani il sole sorge alle ore 6.16 e tramonta alle ore 19.59.

La luna è calante ed è illuminata al 71%.

Santo del giorno: Santa Caterina da Siena, nata nel 1347 con una sorella gemella di nome Giovanna, che morì poco dopo il parto, fu una religiosa e mistica italiana. A 12 anni, rifiutò un matrimonio organizzato per dichiarare la sua devozione al Signore. Inizialmente isolata dalla famiglia, il padre la sostenne dopo averla vista pregare. Dopo vari rifiuti e una malattia, entrò nelle Terziarie domenicane, credendo che aiutare gli ammalati fosse un modo per incontrare Dio. Ebbe una corrispondenza con papa Gregorio XI, che definiva “dolce Cristo in terra”. Morì il 29 aprile 1380.

Proverbio siciliano: “Cu l’occhi nierra i picciotti nun venunu mai a ffari curteggio“. (Trad.: “Con gli occhi neri, i giovani non vengono mai a fare corteggiamento“. Il proverbio suggerisce che chi mostra poca sincerità e serietà non viene preso sul serio dagli altri.

Aforisma del giorno: “L’unica vera saggezza è sapere di non sapere” . Questo aforisma di Socrate sottolinea l’umiltà nell’accettare la propria limitata conoscenza e la consapevolezza che c’è sempre qualcosa di nuovo da imparare.

Nati oggi: Il 29 Aprile 1970 nasce Uma Thurman, attrice, modella e attivista statunitense.

Curiosità: Il 29 aprile è festeggiata la Giornata Internazionale della Danza promossa dal Comitato Internazionale della Danza all’interno dell’Istituto Internazionale del Teatro dell’UNESCO. Una giornata di festa che accomuna tutti i paesi del mondo. La commemorazione è istituita nel 1982  per il Comitato Internazionale della Danza – C.I.D. dell’Istituto Internazionale del Teatro (ITI- UNESCO). La data commemora la nascita di Jean-Georges Noverre (1727-1810), che fu il più grande coreografo della sua epoca, il creatore del balletto moderno. 

Accadde oggi: Il 29 aprile dell’anno 801, intorno alle 20, un terremoto scosse l’Italia centrale (epicentro a Perugia), avvertito anche da Carlo Magno, presente a Spoleto dopo essere stato incoronato imperatore a Roma. Sebbene il sovrano carolingio rimase incolume, fu spaventato dall’evento. Il sisma è noto per i danni causati, incluso il crollo di gran parte del tetto della Basilica di San Paolo Apostolo, come riportato negli Annales di Eginardo. Anche il Liber Pontificalis, nella biografia di Leone III, menziona la scossa attribuendola a “colpa dei nostri peccati”.

Il 29 aprile 1991, il Bangladesh fu colpito da un ciclone tropicale, uno dei più intensi e devastanti nella storia, che colpì soprattutto la regione di Chittagong, causando la morte di circa 140.000 persone

Altre notizie