domenica, Giugno 23, 2024
19.1 C
Trapani
HomeCronacaTrapani, al via il processo Concorsopoli

Trapani, al via il processo Concorsopoli

Al via oggi, innanzi al tribunale di Trapani, il processo scaturito dall’operazione condotta ad Alcamo dai carabinieri denominata Concorsopoli. Ventitrè gli imputati accusati, a vario titolo, di corruzione e traffico di influenze illecite.

Al centro dell’indagine Giuseppe Pipitone, alcamese, ex direttore ginnico sportivo dei vigili del fuoco di Catania. Secondo l’accusa avrebbe sfruttato le sue conoscenze per favorire alcuni candidati in cambio di denaro. Tra gli imputati, Alessandro Filippo Lupo, originario di Mazzarino, ex segretario della UIL vigili del fuoco, anche lui accusato di corruzione; Vittorio Costantini, ex segretario del sindacato di polizia Usip. Giuseppe Pipitone avrebbe chiesto somme di denaro, che variavano da 3.500 euro per i concorsi dei vigili del fuoco a 5.000 euro per quelli della polizia, per garantire ai candidati di superare le prove. Tre i concorsi attorno ai quali ruota l’indagine e riguardano oltre a quello dei vigili del fuoco anche un concorso di polizia e uno di polizia penitenziaria. Nel computer di Pipitone sarebbe stato ritrovato un file, datato 21 febbraio 201, con delle fotografie che riportavano le domande dei concorsi. “Concorsopoli” ha avuto origine dalle intercettazione dell’ indagine Artemisia che portò alla luce un giro di corruzione per l’ottenimento delle invalidità civili da parte dell’Inps, ma anche raccomandazioni per incarichi fittizi nella formazione professionale e all’Ars.

Altre notizie