25.1 C
Trapani
lunedì, Maggio 20, 2024
HomeCronacaMatteo Messina Denaro, ora si indaga sui furti di carte d'identità commessi...

Matteo Messina Denaro, ora si indaga sui furti di carte d’identità commessi a Trapani

Nell’ambito delle indagini sui fiancheggiatori di Matteo Messina Denaro, ora l’attenzione di inquirenti e investigatori è concentrata su due furti di carte d’identità che vennero commessi a Trapani. Il sospetto è che quei documenti in bianco finirono poi nelle mani del boss. Furti commissionati dai fedelissimi del capomafia? Per il momento di tratta soltanto di ipotesi. Il primo furto venne perpetrato, nel 2015, ai danni della delegazione comunale di Borgo Annunziata. Il secondo, tre anni dopo, negli uffici comunali di largo San Francesco di Paola. In quella circostanza i ladri – individuati e arrestati, poi, dai carabinieri – si impossessarono della cassaforte contenente denaro e documenti di identità. In un primo momento si pensò ad episodi di microcriminalità. Ma i due furti ora potrebbero avere una diversa chiave di lettura. Tuttavia, le carte di identità custodite nella cassaforte rubata vennero recuperate e gli autori del furto, peraltro, furono arrestati dai militari dell’Arma. Si tratta di pregiudicati del luogo già noti alle forze dell’ordine. Indagini sono in corso in tutta la Sicilia per verificare se siano stati commessi altri furti di documenti di identità.

- Advertisment -

Altre notizie