10.7 C
Trapani
mercoledì, Aprile 24, 2024
HomeAttualitàIl ponticello che non c'è...

Il ponticello che non c’è…

Nella foce del Rio Forgia si interromper l'itinerario che collega Erice con la Riserva di Monte Cofano da dove passa il Sentiero Italia del Cai.

di Mario Torrente

Da qui non si passa. Arrivati a Rio Forgia non si può proseguire e piedi continuando lungo il percorso ciclo pedonale che porta a Cornino. Il corso d’acqua rappresenta la linea di confine tra i comuni di Valderice per Custonaci, ma quando il torrente scorre nel suo letto non è più possibile passare da una parte all’altra. Il Rio Forgia interrompe praticamente l’itinerario che collega Erice con Monte Cofano ed il golfo di Macari (e viceversa), passando da Bonagia e Lido Valderice. Tra l’altro la pista ciclabile di Cornino è stata recuperata e rimessa a nuovo di recente. Ma la passeggiata o pedalata che sia si interrompe davanti la foce del fiume, che quando c’è acqua diventa off limits per i camminatori e ciclisti.
Tra l’altro da qui passa il Sentiero Italia del Cai nella tappa che collega Erice a Custonaci.

Il problema si potrebbe superare facilmente con un ponticello sopra il corso d’acqua da realizzare tra gli argini del torrente. Eppure non sembra essere chissà quale opera di alta ingegneria. Altrove fanno ponti lunghi chilometri, mentre nella foce del Rio Forgia si parla di pochi metri. Ma qui è sempre tutto più difficile, anche costruire un piccolo ponte sopra un torrente. Poi, però, si parla di turismo out door, escursionismo, sentieri e via discorrendo. Peccato che, una volta arrivati da queste parti, zaino in spalla e cartine alla mano, si è costretti a fermarsi davanti un fiumicello. Quando basterebbe semplicemente fare una passerella rialzata tra i due argini. Niente a che vedere con quelli che fanno in tutto il mondo. Ma qui è così. Punto.

Ed una volta arrivati a Rio Forgia, se il torrente fa il suo mestiere di portare l’acqua al mare, allora bisogna tornare indietro. Ed è impensabile l’idea di potere continuare a piedi sulla sp 20, per evidenti motivi di sicurezza legati al traffico, anche di mezzi pesanti, che transitano su questa arteria. Come ovvio, ed ed fin troppo ovvio, passeggiare a pochi metri dal mare con vista grande bellezza su Monte Cofano o il golfo di Bonagia è tutta un’altra cosa. Non a caso da qui passa il Sentiero Italia, in un tragitto che affascina tutti per il suo carico di bellezza. Peccato, però, per quel ponticello che non c’è…

- Advertisment -

Altre notizie