Coronavirus, il piano dell’Asp

1565

Situazione sotto controllo a Trapani. Cento tamponi effettuati nell’intera provincia tutti risultati negativi. Ad assicurarlo, il direttore generale dell’Asp Fabio Damiani, che questa mattina ha illustrato il piano messo a punto dall’Azienda per fronteggiare eventuali contagi. A partire da domani verranno chiusi i Centri Unici di Prenotazione. Potranno essere prenotate, e solo online, le visite mediche urgenti su richiesta del medico di base. Divieto assoluto di ingresso per gli accompagnatori presso le strutture sanitarie del distretto di Trapani. Tra le varie prescrizioni, il divieto, per quanti dovessero presentare dei sintomi della malattia, di recarsi presso le aree di emergenza. In quest’ottica, sono state montate le tende pre-triage di fronte ai principali nosocomi. I posti di terapia intensiva nell’intera provincia sono stati portati da 17 a 20, di cui due a pressione negativa. Nei prossimi giorni ne verranno attivati altri sei a Marsala. Si lavora anche all’attivazione di tre reparti Covid-19 di cui 12 posti letto presso il reparto di pneumologia del Sant’Antonio Abate di Trapani, 12 posti presso il reparto di medicina dell’ospedale di Castelvetrano. Verrà riaperto il reparto di pneumologia, chiuso dal 2018, del “Paolo Borsellino” di Marsala. L’Azienda sta già predisponendo il reclutamento di medici ed infermieri che verranno utilizzati in questi reparti. Da coprire anche i posti vacanti presso l’area di emergenza del nosocomio trapanese. Allo stato attuale, il personale in servizio presso l’area di emergenza è costretto a coprire i doppi turni. Ad aggravare la situazione, le dimissioni di un medico, dopo la morte del 19enne, originario di Makari, Osvaldo Kenga. Tra le novità, le modalità per l’effettuazione dei tamponi. Ad oggi sono stati eseguiti dal personale del 118 e poi inviati presso il Policlinico di Palermo. Da ieri invece, è attiva una task force formata da personale dell’Asp per l’effettuazione dei tamponi a domicilio. Da giovedì, inoltre, grazie all’arrivo di un nuovo macchinario, potranno essere analizzati presso l’ambulatorio analisi del Sant’Antonio Abate.