Uniti per l’Ucraina: Castellammare del Golfo pronta ad ospitare altri profughi provenienti dall’Ucraina

111

Uniti per l’Ucraina: Castellammare del Golfo ha già avviato l’accoglienza ed è pronta ad ospitare altri profughi provenienti dall’Ucraina. Per questo l’amministrazione di Castellammare del Golfo con la commissione comunale pari opportunità, il Cif (centro italiano femminile) e il centro di solidarietà Castellammare APSinvita domenica 13 marzo, nell’aula consiliare di corso Bernardo Mattarella, dalle ore 10 alle 12 e dalle ore 16 alle 19, ad aderire all’accoglienza i cittadini che hanno disponibilità nella propria abitazione o in altri edifici a loro disposizione, così da ospitare in città i cittadini ucraini in fuga dalla guerra.

Inoltre nell’aula aula consiliare, sempre domenica 13 marzo dalle ore 10 alle 12 e dalle ore 16 alle 19, è possibile consegnare indumenti per la prima accoglienza in buono stato e puliti da far indossare a chi arriva: biancheria intima nuova, calze, pigiami, maglieria, pantaloni…

Intanto prosegue la raccolta di farmaci e beni di prima necessità da inviare in Ucraina raccolti nel parco urbano villa Olivia (ingresso da viale Leonardo da Vinci) dal lunedì al venerdì, dalle ore 10 alle 12 e dalle ore 16,30 alle ore 18,30 a cura delle associazioni “Genitori di buona volontà” e “Fiore Daphne”.

«Auspicando che la guerra possa cessare al più presto, aiutiamo il popolo ucrainoaccogliamo in città i cittadini ucraini che fuggono dalla guerra e prosegue la raccolta di beni di prima necessità da inviare al fronte a cura delle associazioni –affermano il sindaco Nicolò Rizzo e la sua vice ed assessori alla pari opportunità Brigida Di Simone-. È possibile ospitare chi arriva in Sicilia, come è già stato fatto per alcuni, ma anche donare abbigliamento, farmaci, beni di prima necessità, prodotti per bambini e tanto altro. Ringraziando chi contribuirà donando con la solidarietà che da sempre contraddistingue i cittadini di Castellammare del Golfo, l’amministrazione comunale fa presente che seguiranno altre iniziative per un grande abbraccio che giunga fino a Kiev».