Earth Day al Parco archeologico di Selinunte, con laboratori sull’ambiente per i bambini. Domenica i volontari Archeoclub ripuliranno l’area del Tempio A

42

Un Parco aperto al territorio, sostenibile, attento al suo pubblico, soprattutto a quello di domani. I bambini delle scuole saranno coinvolti in una serie di iniziative per l’Earth Day (la Giornata della Terra), ma il vero appuntamento sarà domenica prossima quando i volontari dell’Archeoclub ripuliranno dalle erbacce la zona del Tempio A.

Selinunte ha avviato un’ampia operazione di restyling che durerà parecchi mesi e gli riconsegnerà un’immagine contemporanea, green, consapevole. Che già gli apparteneva, certo, ma che dopo la pandemia, sembra ancora più necessaria. Un progetto di recupero della terra e delle sue risorse, ma anche il ripristino di zone del Parco interdette al pubblico perché danneggiate gravemente durante l’inverno, quando una tromba d’aria ha colpito Selinunte e le piogge torrenziali hanno reso inagibile la zona del santuario di Malophoros. Il cantiere partirà a giorni, nel frattempo Selinunte si prepara all’estate e all’arrivo dei turisti che hanno di nuovo invaso il Parco.

UN PARCO APERTO AL TERRITORIO. EARTH DAY.A partire dalle scuole: venerdì prossimo (22 aprile) in occasione dell’Earth Day – la Giornata della Terra che si celebra in tutto il mondo dal 1970 – alcune scuole della vicina Castelvetrano, che fanno parte della rete provinciale di Unicef, parteciperanno alla prima di tre giornate dedicata alla sostenibilità ambientale. CoopCulture proporrà visite didattiche a tema, sviluppando percorsi tra archeologia e ambiente: il Parco di Selinunte è immerso nella natura, i templi sembrano nascere dagli spazi ancora incontaminati. L’idea è quella di far nascere nel pubblico di domani, la coscienza profonda del rispetto della natura, delle aree verdi,ma anche degli effetti devastanti che possono avere sull’ecosistema, i fenomeni che causano i cambiamenti climatici. Proprio con Unicef – Comitato Provinciale di Trapani e con La Rotta dei Fenici – Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa è stata costruita la visita-laboratorio”Lapasseggiata del benessere” promossa nell’ambito della campagna Cambiamo Aria – Uniti per un mondo sostenibile. E’ il primo di una serie di progetti di engagement con la provincia di Trapani che vedrà CoopCulture collaborare con il Parco archeologico di Selinunte.

L’ARCHEOCLUB PULIRA’ L’AREA DEL TEMPIO A. Domenica ambientalista su più fronti: 22 volontari della sede Archeoclub di Castelvetranosi dedicheranno alla pulitura dalle erbacce dell’area attorno al Tempio A e al suo altare. Una necessaria operazione di scerbatura che permetterà di riscoprire i resti di uno dei templi più antichi dell’Acropoli; ma sarà anche un momento importante di riappropriazione della Storia e del territorio da parte dei suoi abitanti. Nel frattempo (alle 11,30 al Baglio Florio) i più piccini – tra 6 e 12 anni – potranno partecipare al secondo laboratorio organizzato da CoopCulture per l’EarthDay 2022, sempre sul filo di archeologia e rispetto per l’ambiente. Questa volta il fil rouge saranno gli animali in via di estinzione perché vittime dei cambiamenti climatici dell’ambiente. I bambini potranno costruire i loro origami con fogli di carta riciclata, ispirandosi alle specie estinte riprodotte sui reperti esposti al Baglio Florio.