Al via i lavori alle Mura Elimo-Puniche

0
261

di Mario Torrente

Sono partiti i lavori alle Mura Elimo Puniche di Erice, uno dei più importanti monumenti dell’antichità in Sicilia.

Il cantiere è stato allestito nei pressi di porta Spada per l’avvio dei lavori relativi al “Restauro e consolidamento delle Mura Elimo-Puniche della Città di Erice”, dell’importo complessivo di due milioni di euro. Il progetto, redatto dall’architetto Pietro Sciacca, riguarda tutta l’intera cinta muraria ed è stata finanziata con risorse del PNRR nell’ambito del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 21 gennaio 2021, con cui è stata prevista l’assegnazione ai Comuni di contributi per investimenti in progetti di rigenerazione urbana. L’intervento di consolidamento conservativo è finalizzato alla protezione del manufatto storico, mediante l’eliminazione dei dissesti e delle loro cause. I lavori previsti in questa prima fase di intervento sono quelli più urgenti, che riguardano soprattutto la sicurezza strutturale, con tecniche di restauro ecocompatibili e la pulizia delle aree limitrofe da erbe infestanti. In una fase successiva verranno previsti, dopo la verifica con gli organi della Soprintendenza, altre categorie di lavori quali: eventuali scavi archeologici, pannelli didascalici, recupero e riqualificazione dei percorsi, il consolidamento delle sottomurazioni, un idoneo impianto d’illuminazione, indagini specialistiche, la catalogazione delle stratificazioni murarie e la creazione di un sito internet dedicato all’opera.

«L’importanza strategica delle possenti mura ciclopiche – hanno evidenziato la sindaca Daniela Toscano e l’assessore Gianni Mauro – è stata evidente in ogni epoca, grazie alle loro caratteristiche strategiche e alla forma dell’insediamento urbano, rappresentando un pezzo fondamentale della storia ultra millenaria del territorio». I due amministratori hanno quindi rimarcato come questo importante monumento meriti attenzione e cura, per questo, intravista l’opportunità di finanziamento, è stato deciso di candidare il progetto di restauro e consolidamento. Per l’amministrazione comunale di Erice, hanno tenuto ad evidenziare Toscano e Mauro, si tratta di un risultato lusinghiero frutto dell’intenso lavoro svolto dal Settore V – Lavori pubblici e di una programmazione condotta con attenzione ad ogni forma di finanziamento che possa consentire al Comune di Erice di migliorare l’assetto della città, pesando il meno possibile sul bilancio dell’Ente. “Questi lavori – hanno concluso sindaco e vicesindaco – si incastonano in un programma complessivo di finanziamenti che ci hanno consentito e consentiranno di riqualificare, sempre ad Erice, i sentieri, la baita, il Campo San Nicola, la Palestra di Porta Spada, il bosco antico ed il Giardino del Balio. Un programma complessivo che – hanno ribadito Daniela Toscano e Gianni Mauro – apre allo sviluppo del territorio ed al miglioramento di edifici e luoghi simbolo di Erice».

GUARDA IL SERVIZIO