Marsala, V Rassegna ‘a Scurata: la compagnia Sipario in scena con “Marenmostro”

48

Nessuno lascia casa sua a meno che non sia proprio lei a scacciarlo quando hai il fuoco sotto ai piedi, il sangue che ti bolle nella pancia. Non avresti mai pensato di farlo, fin quando la lama non ti marchia il collo e nonostante tutto continui a portare l’inno nazionale sotto il respiro. Nessuno mette i suoi figli su una barca a meno che l’acqua di questo MARENMOSTRO non sia più sicura della terra”. Con queste parole Vito Scarpitta, autore, regista e interprete presenta il suo spettacolo dal titolo: “MareNMostro” che si terrà venerdì 19 agosto alle 19,30 nella Salina Genna, nella riserva naturale dello Stagnone, all’interno della rassegna“’a Scurata Cunti e canti al calar del Sole – Memorial Enrico Russo”.
Nel suggestivo Teatro a Mare Pellegrino 1880, unico al mondo ad essere realizzato in una vasca di salina – spiega Scarpitta – intendiamo offrire un evento che vuole essere più di uno spettacolo. Ma un momento di riflessione e consapevolezza, un invito all’empatia nei confronti di chi lascia la propria terra. Nessuno lascia la propria casa a meno che casa sua non siano le mandibole di uno squalo. Quando vedi tutta la città correre, quando i tuoi vicini corrono più veloci di te, il fiato insanguinato nelle loro gole, il tuo ex amichetto che ora tiene nella mano una pistola più grande del suo corpo, lasci casa tua quando è proprio lei a non permetterti più di starci. Non avresti mai pensato di farlo, fin quando la lama non ti marchia il collo e nonostante tutto continui a portare l’inno nazionale sotto il respiro. Nessuno mette i suoi figli su una barca a meno che l’acqua di questo MARENMOSTRO non sia più sicura della terra. Le onde di questo azzurro mare Nostro, che i più fortunati osservano infrangersi lentamente in un soleggiato agosto, esecutrici di un suono soave e sereno, qui annunciano, quasi sfondando i timpani dell’ascoltatore, un messaggio di paura. È un capitolo che non sempre termina lieto, quello dei fratelli migranti africani che questo mare Nostro spesso vedrà scomparire in questo sterminato cimitero azzurro, in questo MAREMOSTRO al largo di Lampedusa, l’approdo più vicino al continente di origine, il primo porto d’Italia, un Paese non sempre accogliente nei suoi decreti sicurezza. Una situazione frutto di un’identità che ci sta sfuggendo di mano a causa della crisi della società liberista, la nostra. E così finiamo per gridare disperatamente «dov’è l’Italia», quasi stentassimo a trovarla”. Testo e musica si fondono per immergere il pubblico in una coscienza collettiva del fenomeno della migrazione: dodici canzoni eseguite da tre musicisti – alla Fisarmonica Natale Montalto, alla Chitarra Salvo Lo Grasso e alle percussioni il Nino Errera – e due cantanti – Silvia Cialona e Francesco Di Bernardo; si alterneranno alla performance degli attori Vito Scarpitta, Enza Giacalone e Maria Teresa Maggio, con la direzione artistica di Enza Giacalone e la direzione musicale di Eugenia Sciacca. L’appuntamento è per venerdì 19 agosto alle ore 19,30 (biglietti 15 euro zona A – 12 euro zona B)
https://www.scurata.it/marem-nostro-compagnia-teatrale-sipario-19-agosto/
https://www.ciaotickets.com/biglietti/marenostromaremostrowww.compagniateatralesipario.it
Info:320.8011864 – 338.2615790
La rassegna “’a Scurata”, ideata e organizzata dal Movimento artistico culturale città di Marsala – M.A.C., giunta alla V edizione, si avvale del patrocinio del Comune di Marsala e dell’ARS – Assemblea regionale siciliana. La manifestazione conta anche sull’apporto degli sponsor: Cantine Pellegrino, main partner degli eventi che dà il nome al teatro “Pellegrino 1880”, unico teatro a mare, completamente ecologico e rispettoso della laguna della riserva naturale dello Stagnone dove gli artisti si esibiscono a pelo d’acqua, ma anche di Zicaffè, Medipower e Imera Imballaggi.
L’intera rassegna è interamente dedicata all’indimenticabile Enrico Russo che ha dato un eccezionale contributo alla crescita della cultura dell’arte e soprattutto del teatro nel nostro territorio.
Di seguito tutti gli altri spettacoli in cartellone:
23.08.22        “L’assedio di Ilio – Tragiche prove di una tragedia” – h. 19,30- biglietti 15 euro zona A – 12 euro zona B
Replica h. 21,45
Ass. culturale ARCO – Scritto e diretto da Giacomo Frazzitta
Con Chiara Vinci, Alessia Angileri, Sergio La Vela, Giuseppe Frazzitta e Giacomo Frazzitta, costumiste Giusy Curcio e Patrizia Giacalone e Musiche e arrangiamenti di Dario Silvia che si esibirà al pianoforte con Aldo Bertolino (tromba), Gianluca Pantaleo (contrabbasso), Fabrizio Parrinello (Batteria). Direzione musicale di Bettina Gandolfo, Scenografia di Giovanni Falco.
La storia, la poesia di tremila anni fa e le mitiche vicende omeriche si fondono con la libertà della musica Jazz creando un suggestivo ponte che valica tempo e spazio. Ne “L’assedio di Ilio”, scritto e diretto da Giacomo Frazzitta, le gesta degli eroi della conquista di Troia si intrecciano con il centrale ruolo delle donne. “Qui noi aggiungiamo la nostra voce – spiega l’autore –. La scena, dominata da un enorme cavallo, strumento d’inganno e vittoria, ha, come colonna sonora dal vivo, la musica Jazz, simbolo di libertà”. In scena Chiara Vinci e Federico Caruana. Musiche di Dario Silvia.
26.08.22        “…Ed io l’amavo” di Chiara Putaggio con Adriana Parrinello – regia  Francesco Stella – h. 19,30- biglietti 15 euro zona A – 12 euro zona B
L’operato, la missione del sindacalista marsalese ucciso dalla mafia nel 1947, Vito Pipitone, ma anche la sua vita personale raccontate dagli occhi di sua moglie, Filippa Di Dia. Un monologo in siciliano, intimo e sincero – scritto da Chiara Putaggio, interpretato da Adriana Parrinello con la regia di Francesco Stella – dove una donna svela cosa c’è dietro il sacrificio di chi crede nella giustizia. Musiche di Gregorio Caimi per cantare l’anima di quella Marsala, all’indomani dalla seconda guerra mondiale e di una famiglia, di una donna, che “amava suo marito”.
30.08.22        Mario Venuti “SOLO” h. 19,30 – biglietto 25 euro
Mario Venuti suona la sua anima “SOLO”, con chitarra e voce. Strumenti che dipingono i 30 anni di carriera dell’artista catanese, di musica italiana che si intinge nel mondo, che con la sua vocalità abbraccia le sonorità brasiliane e sudamericane. Occasione unica di toccare la profonda identità artistica e umana di un musicista secondo cui “il pop è un termine nobile, che unisce Domenico Modugno e Luigi Tenco, Elvis Costello e i Talking Heads, i Beatles e Lucio Battisti”. Immancabili i suoi pezzi storici, ma anche i nuovi successi nell’arrangiamento più puro, quello in cui sono nati, e proporrà inoltre canzoni che del nuovo disco “Tropitalia”.
Biglietti presso I viaggi dello Stagnone via Dei Mille, 45 – Marsala 0923.717973 – 320.8011864 oppure on line su ciaotickets.it
Per maggiori informazioni www.scurata.it
Per video, foto, altri materiali https://www.scurata.it/downloads/
Per le degustazioni emozionali che si terranno il 2, il 4 e il 9 settembre l’ingresso è su prenotazione. Per info telefonare al: 360656053