Comincia a prendere forma la ripartizione degli otto seggi al Parlamento Europeo che spettano al collegio Italia insulare.

Tre seggi al Movimento Cinque Stelle, due alla Lega ed uno ciascuno a Pd, Forza Italia e probabilmente anche per Fratelli d’Italia. Sarebbe questa la ripartizione degli otto seggi al Parlamento Europeo che spettano al collegio isole. Anche se lo scranno per il partito di Giorgia Meloni non è dato per certo. Potrebbe infatti scattare il secondo seggio per il Pd. Ancora manca l’ufficialità e mentre di resta in attesa del quadro definitivo di sicuro c’è la netta affermazione dei Cinque Stelle che ha portato all’elezione di Dino Giarrusso, Ignazio Corrao e Alessandra Todde. Tra Giarrusso e Corrao c’è stato uno stacco di un migliaio di voti, ovvero 116,794 per la ex Iena, 115.377 per l’europarlamentare uscente. La provincia di Trapani continuerà dunque ad essere rappresentata a Bruxelles da Corrao. I cinque stelle si sono confermati il primo partito del collegio Italia insulare ma il candidato più votato è stato Salvini, che con 239.078 preferenze ha fatto da traino alla lista della Lega in Sicilia e Sardegna, seguito da Annalisa Tardino e Francesca Donato, rispettivamente con 32.792 e 28.071 consensi. Entrambe si appresterebbero a fare il loro ingresso all’Europarlamento, visto che Salvini dovrebbe optare per uno dei seggi vinti della collegi del Nord Italia. In Forza Italia il più votato è stato Berlusconi con 90.299 voti seguito da Giuseppe Milazzo, che ha superato Saverio Romano di un migliaio di voti. Si andrebbe dunque verso l’elezione di Milazzo. Farà il suo ingresso all’Europarlamento anche il medico di Lampedusa Pietro Bartolo, il più votato nel Pd con 135.098 voti, seguito da Caterina Chinnici con 112.526 preferenze, che potrebbe rientrare in partita qualora ai dem spettassero due seggi del collegio isole. Resta infatti l’incertezza per l’elezione di un europarlamentare in quota a Fratelli d’Italia. In questo caso il seggio nell’Europarlamento potrebbe scattare perl’ex sindaco di Catania Raffaele Stancanelli, con 30.299 voti arrivato secondo dopo Giorgia Meloni, che di voti tra la Sicilia e la Sardegna ne ha presi 63.372. Qualora scatti il seggio la leader di Fratelli d’Italia potrebbe optare per altri collegi. Spiando così la strada all’elezione di Stancanelli.