Pubblicità
<tonno auriga

Non è stato impedito a nessuno di salire a bordo, né è stata soppressa alcuna corsa. Lo hanno fatto sapere dalla Segesta autolinee chiarendo quando avvenuto ieri mattina a Trapani nel pullman diretto a Palermo. Il nuovo e moderno mezzo a due piani da 80 posti, che avrebbe dovuto effettuare la corsa delle 6 per il capoluogo siciliano, al momento della partenza dalla rimessa ha avuto un problema al sistema elettronico delle marce, che ne ha impedito l’avvio. L’autobus bi-piano è stato quindi sostituito con il mezzo di scorta da 59 posti, che è partito alle 6.15 circa con 64 passeggeri a bordo. In cinque infatti “hanno preferito non attendere la successiva corsa delle ore 6,30, che è partita con 34 viaggiatori”, hanno fatto sapere dalla Segesta, ricostruendo la vicenda.

“Premesso quanto precede – si legge in un comunicato della Segesta – da cui si evince chiaramente che il ritardo è stato limitato ad appena quindici minuti, che cinque viaggiatori hanno liberamente scelto di viaggiare sul mezzo partito alle ore 6,15, che tutti hanno usufruito della successiva corsa delle ore 6,30, la Segesta Autolinee desidera, tuttavia, esprimere il proprio rammarico per il disguido, dovuto a causa di forza maggiore, nonché presentare le proprie scuse per il disagio derivato ai viaggiatori interessati”.

Preme, inoltre,  far presente che l’azienda – continua il documento della Segesta – è quotidianamente e costantemente impegnata a garantire il miglior soddisfacimento dei propri utenti, sia mediante l’effettuazione di corse in numero e orari idonei alle loro esigenze di mobilità (tra le 5,30 e le 9,00 del mattino partono da Trapani per Palermo ben nove corse con cadenza ogni trenta minuti), che dedicando la massima attenzione alla qualità del servizio, alla effettuazione di comode fermate lungo i precorsi urbani, alla sicurezza dei viaggiatori, alla quotidiana manutenzione ordinaria e straordinaria, nonché alla pulizia dei mezzi tutti di ultima generazione e corredati dai più moderni comfort”.

Il rarissimo episodio, purtroppo avvenuto nella giornata di punta di lunedì, non può certamente vanificare – hanno tenuto a rimarcare infine dalla Segesta autolinee – il continuo e appassionato lavoro che decine di addetti dedicano ai propri  graditissimi utenti, che l’azienda auspica di poter sempre ospitare a bordo dei propri autobus!