Protagonista della vicenda, un rumeno di 30 anni

La Polizia di Marsala ha arrestato un cittadino di nazionalità rumena di 30 anni per i reati di violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto di indicazioni sulla propria identità personale. E’ accaduto ieri mattina a Petrosino.

Gli agenti sono intervenuti a seguito della segnalazione della presenza, all’interno della Banca Monte Paschi di Siena, di un soggetto ubriaco che disturbava i clienti. Una volta giunti  in zona, lo hanno individuato mentre camminava per strada con andatura barcollante.

Il rumeno, alla richiesta degli agenti di rendere note le proprie generalità, avrebbe opposto un netto rifiuto e li avrebbe spintonati, offesi  e minacciati dinanzi ai passanti.

Nel frattempo è arrivato il fratello dell’uomo, identificato successivamente, che si sarebbe frapposto tra lui e gli agenti per favorirne l’allontanamento.

Alla fine, grazie all’arrivo di altri poliziotti, è stato possibile bloccare i due fratelli e condurli al commissariato, nonostante la resistenza opposta dai due.

Il fratello che era ubriaco è stato arrestato per i reati violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale, l’altro è stato denunciato in stato di libertà per il reato di resistenza a pubblico ufficiale.

L’arrestato è stato condotto nella propria abitazione e sottoposto al  regime degli arresti domiciliari. Il giudice ha poi convalidato l’arresto disponendo a carico dell’uomo l’applicazione della misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.