Elezioni Sicilia: il centrodestra potrebbe convergere su Renato Schifani

164
RENATO SCHIFANI POLITICO

C’è l’approvazione di Fratelli d’Italia ma si attendono comunque le convergenze degli altri partiti di centrodestra

Ancora una volta è Silvio Berlusconi a togliere, molto probabilmente, le castagne dal fuoco alla coalizione del centrodestra. Ha proposto a Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, una rosa di papabili candidati alla Presidenza per la Regione siciliana e, fra i nomi, quello dell’ex Presidente del Senato, Renato Schifani, è stato quello su cui s’è trovata convergenza.

A dare la notizia alle agenzie di stampa è Ignazio La Russa, delegato a trattare la questione siciliana per conto di Fratelli d’Italia: “Ho parlato con Meloni che, nell’impossibilità di far convergere tutta la coalizione sul Presidente uscente Musumeci, ha accolto la proposta di Silvio Berlusconi di individuare un nome tra la rosa che il Presidente stesso gli ha proposto.Il nome individuato da noi, tra i nomi fatti, è Renato Schifani. “In qualità di ex Presidente del Senato, ha mostrato nel suo ruolo istituzionale essere al di sopra dei partiti. Meloni ha comunicato a Salvini questa preferenza. Ancora una volta FdI fa il massimo sforzo per unità del centrodestra anche a scapito delle legittime aspirazioni”.

Su Schifani, però, non si sono ancora esposti gli altri partiti del centrodestra. Gli unici a farlo, almeno al momento, sono stati Saverio Romano di “Noi con l’Italia” e Raffaele Lombardo il quale commenta così la scelta di Fratelli d’Italia su proposta di Berlusconi: “Autorevole la figura di Renato Schifani, che è stato Presidente del Senato, come candidato del Centro Destra in Sicilia.  Mi preoccupa piuttosto il clima in cui è maturata questa candidatura, come sarebbe maturata qualunque altra. Un clima caratterizzato da incomprensioni e diffidenze”.

.