Continuano i controlli dei vigili urbani di Trapani e delle guardie ambientali per contrastare l’abbandono di rifiuti per le strade. E già, nell’arco di due settimane, sono state fatte oltre 100 sanzioni.

Le scene sono purtroppo quelle che si vedono in molti angoli del territorio di Trapani, con rifiuti e sacchetti dell’immondizia lasciati per le strade. In barba alle regole, al senso civico ed al rispetto dell’ambiente e della propria città, con l’immondizia abbandonata dove capita prima. Un fenomeno che l’amministrazione comunale di Trapani sta cercando di contrastare in ogni modo, potenziando i controlli. Ed oltre alle telecamere, che già hanno permesso di multare molti cittadini, anche per quel che riguarda l’abbandono di rifiuti ingombranti, c’è l’attività degli agenti della Polizia Municipale  e delle guardie ambientali, che per risalire ai trasgressori, guanti alle mani aprono i sacchetti della spazzatura lasciata per strada. Il che, spesso e volentieri, permette di risalire all’utenza da cui proviene il sacchetto dell’immondizia in questione. Tant’è che nell’arco di due settimane sono state fatte circa 70 sanzioni. A cui si devono aggiungere quelle arrivate dalle telecamere, sempre nell’ambito dei controlli a tappeto fatti dal corpo di Polizia Municipale di Trapani, come rimarcato dal commissario Roberto Acquaviva.  

Affianco ai vigili urbani, nell’attività a contrasto dell’abbandono dei rifiuti, ci sono anche le guardie ambientali, che ogni giorno stanno in giro con le loro auto monitorando la situazione. Notte compresa, intervenendo anche nelle zone segnalate dai cittadini. O fermandosi nei punti dove c’è accumulo di rifiuto, aprendo i sacchetti, che vedono lasciati sui marciapiedi o negli angoli delle strade, alla ricerca di tracce ed indizi per risalire ai trasgressori, procedura prevista dalle norme che permette di fare scattare la sanzione amministrativa. E già sono decine i cittadini che sono stati individuati e che dovranno pagare tanto di multa per il loro comportamento. I controlli, naturalmente, riguardano tutto il territorio e proseguiranno nei prossimi giorni in maniera capillare. 

Mario Torrente

GUARDA IL SERVIZIO