Arriva la replica dei comandanti della Liberty Lines al post pubblicato lo scorso due gennaio dal sindaco delle Egadi Giuseppe Pagoto sulla pagina ufficiale del comune. Il primo cittadino, commentando l’incidente del catamarano che ha danneggiato lo scalandrone del porto di Favignana, aveva sottolineato come l’incidente avesse “aggravato una situazione che perdura da troppo tempo con frequenti annullamenti delle corse, soprattutto delle ultime del giorno, e in alcuni casi con condizioni meteo tutt’altro che proibitive”. “In riferimento alla nota pubblicata dal sindaco Pagoto circa l’omissione di corse in condizioni meteo “tutt’altro che proibitive” – si legge nel documento che porta in calce le firme di tutti i comandanti della Liberty Lines – vogliono replicare affermando che la cancellazione di un viaggio, per avverse condizioni meteorologiche ( il cui giudizio del comandante è insindacabile e frutto di scrupolose e attente valutazioni, dopo aver preso visione dei bollettini ufficiali ) mira sempre alla salvaguardia delle vite umane in mare e alla tutela e protezione delle infrastrutture portuali ( molte delle quali in avanzato stato di usura e disgregazione )”. “Le condizioni meteorologiche hanno sempre ripercussioni diverse a seconda degli scali e – si legge ancora nel documento –  talvolta, la situazione meteo all’interno di un porto (perche’ magari a ridosso) non rappresenta la situazione reale non appena lasciato quel porto. non sempre, infatti, ciò che si osserva (dalla propria scrivania) guardando il mare corrisponde alle reali condizioni meteo marine. Sarebbe bene – conclude la nota –  nell’interesse dell’utenza tutta, rispettare chi quotidianamente, con solerzia e spiccato senso di responsabilità, porta avanti il proprio lavoro con la consapevolezza dei disagi involontariamente arrecati”.