domenica, Luglio 21, 2024
29.1 C
Trapani
HomeCronacaCastelvetrano, al via lo sgombero dell'ex cementificio trasformato in baraccopoli

Castelvetrano, al via lo sgombero dell’ex cementificio trasformato in baraccopoli

Forze dell’ordine mobilitate. E’ scattata, all’alba di oggi, l’operazione di sgombero dell’ex cementificio ‘Calcestruzzi Selinunte’ sul territorio di Castelvetrano, a confine con Campobello di Mazara. All’interno , un gruppo di migranti.

L’operazione, coordinata da questura e prefettura, vede coinvolti poliziotti in tenuta antisommossa, vigili del fuoco, carabinieri, operatori della Croce Rossa Italiana, Asp di Trapani.
Nelle settimane scorse proprio per l’attività di spaccio e prostituzione che si svolge nella zona, i consiglieri comunali e gli assessori di Campobello di Mazara avevano inviato una lettera a prefetto e questore, evidenziando problemi di ordine pubblico. Stessa posizione erastata assunta dal circolo locale del Pd.  In quella baraccopoli, soprattutto nel periodo di raccolta delle olive, sono centinaia i lavoratori stranieri che vivono in situazioni di estremo degrado. Nella notte tra il 29 e il 30 settembre del 2021, la tragedia. Un incendio devastò il campo provocando la morte di Omar. Stava dormendo quando venne avvolto dalle fiamme

  • LO SPETTACOLO DELL’ALBA AL PARCO ARCHEOLOGICO DI SELINUNTE - INVENZIONI A TRE VOCI

Altre notizie