Picchia e rapina un’anziana: arrestato dai carabinieri

1973

E’ accaduto a Castelvetrano

Si era introdotto con un pretesto all’interno dell’abitazione di un’anziana signora minacciandola con una pistola poi rivelatasi giocattolo – e, dopo averle sferrato un pugno al volto, le aveva strappato dal collo la catenina in oro ed era fuggito. La donna, sebbene in stato confusionale, ha allertato i carabinieri con una chiamata al 112.

Le immediate ricerche avviate dai militari, svolte in sinergia con i colleghi della Sezione Radiomobile, hanno permesso di rintracciare e bloccare Emanuele Favara, 36enne pregiudicato di Castelvetrano, già sottoposto alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale, mentre si stava dirigendo verso il quartiere di “Mazara 2” a bordo di una vettura rubata. L’uomo corrispondeva alla descrizione fornita dalla vittima. A seguito di una perquisizione nella sua abitazione, è stata rinvenuta la pistola giocattolo modificata e privata del tappo rosso, che utilizzata per minacciare l’anziana che è stata costretta a ricorrere alle cure mediche a causa dei traumi provocati dal pugno inflitto dal rapinatore. Favara è stato arrestato con l’accusa di rapina aggravata, violazione della Sorveglianza Speciale e ricettazione della vettura rubata, e ristretto agli arresti domiciliari. E’ anche scattata nei confronti la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di Castelvetrano.