“Apri gli occhi cavalca il Presente e Traccia il Futuro”, l’evento con il manager Giancarlo Orsini domani a Partanna

68

Si chiama “Apri gli occhi cavalca il Presente e Traccia il Futuro”, l’evento organizzato nell’auditorium dell’Istituto D’Aguirre/Alighieri di Partanna per martedì 11 ottobre in due edizioni: quella mattutina per gli alunni, dalle ore 11 alle ore 13, e quella pomeridiana per la cittadinanza e gli addetti ai lavori, dalle ore 17 alle ore 19.30. Al Megatrend organizzato dall’Amministrazione Comunale, con l’Associazione Apice, il G55 Coworking Fablab e Mediolanum, interverrà Giancarlo Orsini, manager, family banker e divulgatore scientifico, figura di punta nel campo della formazione per Banca Mediolanum da oltre 26 anni, che ha unito il lavoro con la grande passione personale per l’innovazione e la tecnologia, fondando OpenBiomedical Iniziative, onlus no profit per portare la biomedica a tutti grazie le nuove tecnologie e stampa 3D e Noleggio Elettrico, start-up di mobilità elettrica e condivisa sviluppando un modello innovativo come il Rentable (l’Airbnb della mobilità). Nel 2020, inoltre, ha scritto il suo primo libro GO chiudi gli occhi e guarda il tuo futuro, in Realtà Aumentata, che non parla solo di innovazione ma la promuove, sostiene e Finanzia.Nella mattinata interverranno il sindaco, Nicolò Catania, la Dirigente Scolastica Francesca Maria Accardo e la Dirigente Usr dell’Ufficio Ambito di Trapani Antonella Vaccara, per poi ascoltare Orsini; nel pomeriggio anche Giulia Flavio, Dirigente Polo Formativo Ambito 28 Trapani, Rosalba Costa, consulente finanziaria di Banca Mediolanum ed Eufemia Papalia Forgioni, presidente dell’Associazione Apice e Antonino Zinnanti, assessore alle Innovazioni tecnologiche di Partanna. Dopo l’intervento di Giancarlo Orsini sarà dato spazio alle domande del pubblico. “Si tratta di un evento formativo importante con un protagonista che è anche un innovatore dalle competenze informatiche e tecniche di ottimo livello – dice il sindaco Nicolò Catania – . Saremo lieti di ascoltarlo e di offrire un’occasione per conoscere l’applicazione di nuove tecnologie ormai indispensabili”.