ITET “Scuola al centro”

77

“Scuola al Centro” è un progetto realizzato dall’ITET G. Garibaldi, secondo la metodologia del Service-learning, unendo la cittadinanza attiva, le azioni solidali e l’impegno in favore della comunità (SERVICE) con lo sviluppo di competenze tanto sociali quanto disciplinari (LEARNING). Il percorso (P.O.N. Fondo Sociale Europeo (FSE). Programma Operativo Complementare “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020. Realizzazione di percorsi educativi volti al potenziamento delle competenze e per l’aggregazione e la socializzazione delle studentesse e degli studenti nell’emergenza Covid-19) nasce per sviluppare le conoscenze e competenze con un servizio alla comunità. Il nostro team ha scelto di far conoscere la storia degli arazzi fiamminghi di proprietà della Chiesa Madre e l’annosa vicenda del Museo che li dovrà custodire.

Il vecchio Museo degli Arazzi di Marsala custodiva infatti otto Arazzi fiamminghi del XVI secolo che narrano episodi storici della guerra giudaico-romana.

Gli Arazzi, donati nel 1589 alla Chiesa Madre di Marsala dal marsalese Mons. Lombardo, erano disposti diversi piani, con un allestimento museale non adatto a far apprezzare pienamente la bellezza delle opere, che necessitano di grandi spazi anche per consentirne la visione d’insieme e comprendere il dipanarsi della storia che narrano.

Abbiamo iniziato il nostro viaggio incontrando l’Associazione Nonovento. Sara Parrinello, Simona Piccione, Achille Sammartano ed Emanuele Maria Salvo, che fanno parte anche degli “Amici del Museo degli Arazzi”, ci hanno raccontato la storia di questi gioielli. Grazie a “Le vie dei tesori”, Nonovento ha fatto conoscere il museo a molti marsalesi, che ne sconoscevano l’esistenza, e, soprattutto, a molti turisti italiani e stranieri.

A causa della struttura dell’edificio, che rendeva il museo non accessibile ai soggetti a ridotta mobilità, il museo venne chiuso e, nel 2020, tutti gli arazzi furono trasferiti a Palermo per un profondo restauro.

Adesso gli arazzi sono restaurati, ma il nuovo museo non è pronto ad accoglierli.

Si attende infatti, da più di dieci anni, l’inizio dei lavori della Chiesa del Collegio, sede del nuovo museo. Abbiamo quindi avuto l’opportunità di incontrare l’Arch. Luigi Biondo, progettista del nuovo Museo, che, con grande disponibilità, ci illustrato il suo progetto, un’opera affascinante che costituirà uno scrigno degno di custodire i preziosi arazzi. Vedere in 3D come sarà lo spazio museale è stato veramente entusiasmante e coinvolgente.

Siamo sempre più affascinati dagli arazzi e dalla loro storia e continueremo e seguire l’iter che, speriamo presto, li condurrà nel nuovo Museo, provando a farcene testimoni, affinchè la città non dimentichi di questo tesoro. Come disse (Padre Giuseppe Ponte), che, da Arciprete, si battè per la realizzazione del Museo, “Ci sono tesori nascosti nel cuore di un uomo e ci sono tesori nascosti nel cuore di una città”.

Il team “ITET Garibaldi – Scuola al Centro”