Questo pomeriggio uno dei migranti a bordo della nave Azzurra è stato portato a terra per raggiungere l’ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani. A quanto pare l’uomo avrebbe ingerito una lametta, probabilmente con l’intento di lasciare la nave della Gmv dove si trovano circa 600 migranti in quarantena al largo della città. Il che ha portato ai malori che ne hanno reso necessario il trasferimento in ospedale. Sembrerebbe, dunque, non per motivi riconducibili ad un eventuale contagio da coronavirus.

Scattato l’allarme una motovedetta della Capitaneria di Porto ha raggiunto la nave Azzurra per imbarcare il migrante e portarlo in porto, dove ad attenderlo c’era una ambulanza del 118. Come ovvio, tutto il personale militare della Guardia Costiera, della Polizia di Stato e quello sanitario era, in via precauzionale, in tenuta anticovid, con le apposite tute e tutti i presidi necessari. A bordo della nave la situazione resta sotto controllo.