sabato, Luglio 13, 2024
29.1 C
Trapani
HomeAttualitàEolico/ Sgarbi: “Nel trapanese continua la distruzione del Paesaggio: altre torri nei...

Eolico/ Sgarbi: “Nel trapanese continua la distruzione del Paesaggio: altre torri nei luoghi della memoria garibaldina”

Con parole durissime il Sottosegretario di Stato alla Cultura Vittorio Sgarbi denuncia la ripresa delle installazioni di pale eoliche in provincia di Trapani, dove il Paesaggio è già devastato da centinaia di torri, dal “Cretto di Burri” fino a Marsala.

“Nonostante l’arresto di Matteo Messina Denaro che nell’eolico aveva il cuore dei suoi milionari affari, la mafia, che ha cacciato me da sindaco di Salemi nel momento in cui è cominciata la mia battaglia contro l’installazione degli impianti, continua, imperterrita, la sua violenza contro il Parsaggio in luoghi mirabili della memoria garibaldina,  com’è nel caso di Contrada Rampingallo, tra Salemi e Marsala.

Dopo il “Parco eolico Elimi”,  ecco la multinazionale “Engie”, che aveva il monopolio quando era latitante Messina Denaro.

Continua, dunque, la vera trattativa Stato-mafia , con il sostegno di Terna, per distruggere il Paesaggio italiano nella indifferenza della pubblica amministrazione.

La povera Salemi contina a essere stuprata senza potersi difendere. 

L’azione criminale è per terra e per mare: a Mazara del Vallo, infatti, sono previste 42 pale eoliche offshore. Bisogna fermare questo continuo sfregio al Paesaggio! Di “pulito” nelle cosiddette “energie rinnovabili” c’è poco; ci sono invece gli affari sporchi della mafia, come le inchieste di questi anni hanno dimostrato”.

  • LO SPETTACOLO DELL’ALBA AL PARCO ARCHEOLOGICO DI SELINUNTE - INVENZIONI A TRE VOCI

Altre notizie